Festival Acquedotte 2017: la musica scorre da Cremona a Salò

Acquedotte 2017 (1)

Festival Acquedotte 2017: la musica scorre da Cremona a Salò

di Fondazione Dominato Leonense

21 marzo 2017

 

Sono dieci gli appuntamenti musicali della terza edizione del Festival AcqueDotte, la rassegna estiva in programma dal 7 luglio al 17 settembre tra Cremona e Salò. Proprio come l’acqua, che per natura scorre insinuandosi in ogni anfratto, così la musica invade diversi angoli delle due località lombarde, unite inscindibilmente da un unico flusso di gocce vitali e note musicali.

Acquedotte 2017 (2)

A Cremona tre grandi concerti nel segno del pop con Max Gazzè, Nek e Francesco Renga e cinque serate raffinate tra jazz a musica d’autore con Enrico Rava, Gaetano Curreri, Sarah McKenzie, gli artisti del progetto MIDJ e l’inedito duo Enzo Favata-Mario Tozzi. A Salò due spettacoli sospesi fra teatro e canzone con la coppia Massimo Lopez-Tullio Solenghi e la band di Paolo Jannacci. In più, due eventi speciali che rievocano suggestioni dannunziane (il Vate era appassionato schermidore e aviatore): un emozionante show della pattuglia acrobatica WeFly! Team sulle acque del lago e il doppio incontro (a Cremona e a Salò) con i campioni olimpici di scherma Rossella Fiamingo, Enrico Garozzo, Daniele Garozzo e Arianna Errigo, coordinati dal pluriolimpionico Mauro Numa.

Il tema dell’acqua è il “motore” anche della terza edizione del festival AcqueDotte” spiega il direttore artistico Roberto Codazzi, “e la manifestazione ha ulteriormente sviluppato il proprio progetto: gli spettacoli infatti vanno sempre più nella direzione di un dialogo/confronto di culture, espresso attraverso generi musicali e linguaggi diversi e tramite interpreti ancora più originali e interessanti.

A ciò si aggiunga il fatto che, pur essendo improntato su un’altra grammatica, anche AcqueDotte non può ignorare il 450° anniversario della nascita di Monteverdi e nel 2017 rende omaggio al “Divin Claudio” non tanto proponendo concerti di musica antica, quanto mutuando lo stesso spirito di sperimentazione che ha contrassegnato l’arte del rivoluzionario compositore cremonese, passato alla storia come l’inventore del melodramma.

In quest’ottica il festival dedicato all’acqua presenta spettacoli di artisti e gruppi che a loro modo hanno rappresentato, o rappresentano, un momento di rinnovamento nel loro genere, che hanno fatto della ricerca e della costante tensione espressiva la propria bandiera.

L’altra novità di rilievo è che l’edizione 2017 si sviluppa su un doppio binario, nel senso che oltre agli spettacoli di respiro più “intimo” e più strettamente attinenti il progetto culturale del festival, ambientati a Cremona nel cortile di Palazzo Trecchi e a Salò in Piazza Duomo e in Piazza della Vittoria, il cartellone prevede spettacoli di respiro più popolare e di puro intrattenimento, pensati soprattutto per il pubblico giovane. Spettacoli con campioni del pop italiano ospitati in una delle piazze più belle d’Italia, Piazza del Comune a Cremona, per vivere magiche serate estive nel cuore della città. In questo luogo meraviglioso sono ambientati i concerti di Max Gazzè (venerdì 7 luglio), Nek ( lunedì 10 luglio) Francesco Renga (lunedì 17 luglio), artisti tra i più amati dai giovani, e non solo. E’ stato, ed è sicuramente un geniale e infaticabile innovatore della scena jazz il grande Enrico Rava (mercoledì 12 luglio), che ad AcqueDotte porta al debutto il progetto che lo vede al fianco di un’altra straordinaria tromba jazz del panorama internazionale, quella di Tomasz Stanko, e del suo nuovo quintetto, con un brano/manifesto composto in esclusiva per il festival, Water Tree.

E sono stati sicuramente degli originali innovatori della comicità Tullio Solenghi e Massimo Lopez (lunedì 14 luglio), di cui ricordiamo il formidabile Trio con la compianta Anna Marchesini, dopo la cui scomparsa hanno deciso di rimettersi insieme per un nuovo spettacolo che si preannuncia esilarante. Reinterpreta invece con una interpretazione fresca e originale gli standard del passato la nuova regina del vocal jazz, l’australiana Sarah McKenzie (mercoledì 19 luglio), il cui nuovo album Paris in the rain si sposa meravigliosamente con il tema dell’acqua. Un innovatore è stato senza dubbio Enzo Jannacci, alla cui arte cui il figlio Paolo (venerdì 11 agosto) rende omaggio a Salò con il nuovo progetto intitolato I colori del lago.

L’elemento liquido è molto presente anche nelle innumerevoli canzoni di Gaetano Curreri (venerdì 1 agosto), conosciuto come leader degli Stadio ma anche come autore tra i più prolifici del panorama italiano; Acqua & sapone è il titolo di un suo brano scritto per l’omonimo film di Verdone ma è solo il pretesto per dar vita a una splendida carrellata di suoi successi assieme al trascinante Solis String Quartet. AcqueDotte 2017 vuole essere anche momento di riflessione sulle mille problematiche del sistema idrogeologico italiano attraverso l’incontro con uno dei geologi più preparati e popolari, Mario Tozzi (lunedì 31 luglio), il cui racconto sarà contrappuntato dalle musiche dal vivo di Enzo Favata.

Insomma, un calendario ricco e prezioso, capace di accontentare anche i palati più sopraffini. I biglietti per i diversi appuntamenti sono in vendita sui siti www.ticketone.it e www.vivaticket.it. A Cremona si potranno trovare anche presso la filiale di Cassa Padana di Via del Vasto 11.

Per info: www.festivalacquedotte.it

Lascia un commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*

Immagine CAPTCHA

*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Archivio SEZIONE “Sul territorio”

2019 (11)

2018 (27)

2017 (34)

2016 (51)

2015 (37)

2014 (57)

2013 (32)

2012 (5)

2011 (3)

2010 (3)

2009 (9)

2008 (4)

2007 (7)

2006 (2)

2005 (3)

2004 (1)