Villa Badia

Villa Badia

La Fondazione Dominato Leonense ha sede nella prestigiosa Villa Badia, edificio ottocentesco circondato da un grande parco che sorge al centro del paese di Leno.

villa coperti na

Eretta sulle rovine del Monastero longobardo di San Benedetto, soppresso e demolito nel 1783, fu commissionata dai fratelli Alessandro e Giovanni Dossi di Brescia che, all’inizio del 1800, vi costruirono la residenza di campagna per la famiglia, come testimonia ancora oggi una lapide muraria posizionata su di un lato dell’edificio.

Della costruzione della villa sono pochi i documenti giunti fino a noi; è certo che i fratelli Dossi dovettero erigere una residenza adatta al proprio rango, collocata in una posizione privilegiata al centro del paese. Alla fine 1800, in seguito a diversi passaggi ereditari, la Villa subì una profonda ristrutturazione, cambiando radicalmente il suo aspetto. Lo testimonia un’annotazione degli anni ’50 del secolo scorso: “ Oggi non rimane che la località Badia, dove sorse, alla fine del sec. XVIII la villa dei fratelli Dossi sostituita poi (dopo la demolizione di quest’ultima avvenuta nel 1873) dall’attuale villa di proprietà Peri. (…) Davanti ad essa si estende un vasto terreno tenuto a prato che a dire del proprietario, sotto un sottile strato di terra vegetale, è intersecato da grosse muraglie e dove si trovano molto spesso ossa umane.”
Verso la metà del 1900 la Villa fu frazionata in più parti e passò a diversi proprietari sia per via testamentaria o che per acquisto.

Oggi è di proprietà di Cassa Padana e ospita, oltre alla Fondazione Dominato Leonense, il Corpo musicale V. Capirola e l’Ass. Culturale e Teatrale CaraMella.

E’ un polo culturale vivo e aperto a tutta la cittadinanza, che mira a rappresentare un nuovo modo di fare cultura, un luogo dove c’è partecipazione e si raccolgono e si elaborano progetti di promozione culturale.

 

LEGGI ANCHE: Il Monastero longobardo di San Benedetto